L’Italia è un museo a cielo aperto: è la nazione più ricca di storia e di preistoria. Grandi sono i suoi tesori artistici e naturalistici e grandi sono i problemi che pone la loro tutela. Il Museo di Paleontologia ha lo scopo di introdurre il visitatore alla storia della Terra, conducendolo, attraverso le testimonianze fossili, in un immaginario viaggio nella preistoria, dagli albori della vita fino ai nostri giorni. Il museo vuole contribuire alla conservazione ed alla valorizzazione del patrimonio paleontologico, che rappresenta l’unica testimonianza dell’evoluzione della vita nel passato geologico. Esso è strutturato in modo semplice e chiaro: si sviluppa attraverso una sequenza cronologica di espositori e di pannelli illustrativi che permettono a tutti la comprensione degli argomenti trattati. Negli espositori sono racchiusi i milioni di anni di storia della vita sulla Terra. Una storia che si può immaginare osservando con attenzione le forme fossili. Esse, pietrificate dal tempo, illustrano un racconto che ebbe inizio oltre 3 miliardi di anni fa. Le collezioni comprendono reperti fossili di invertebrati di diversa età, provenienti sia dal territorio italiano sia da alcune località fossilifere mondiali, resti di vertebrati dal famoso sito di Cessaniti (VV) ed un dinosauro erbivoro Ouranosaurus nigeriensis.